Articolo:
La Coscienza della Morte


La dimensione spirituale della morte e del morire



 
con Veetman e Sukhi Masshoefer 
 

La morte: mistero, realtà e illusione     >>> 

Il training guarderá ai vari aspetti dell´essere con la morte e col morire, e alla possibile guarigione in situazioni di dolore, perdita, envecchiamento e cambiamento.

 

L'inconscia paura che proviamo nei confronti della morte e del morire oscura la nostra visione della vita.

Può rivelarsi come paura dei cambiamenti, della solitudine, dell'amore, come incapacità di farsi totalmente coinvolgere o come un aggrapparsi alle sicurezza esteriori, come paura del futuro, della vulnerabilità, della forza, oppure come paura dell'intimità e della meditazione profonda.

La paura della vita e della morte deriva dall'ignoranza del nostro essere immortale e l'unica via di uscita da questa paura sono un'esperienza e una comprensione autentiche di ciò che in noi non muore mai. Questa esperienza avviene attraverso la meditazione, l'amore e una vita realizzata e consapevole.

L'inconscia paura che proviamo nei confronti della morte e del morire oscura la nostra visione della vita.

Può rivelarsi come paura dei cambiamenti, della solitudine, dell'amore, come incapacità di farsi totalmente coinvolgere o come un aggrapparsi alle sicurezza esteriori, come paura del futuro, della vulnerabilità, della forza, oppure come paura dell'intimità e della meditazione profonda.

La paura della vita e della morte deriva dall'ignoranza del nostro essere immortale e l'unica via di uscita da questa paura sono un'esperienza e una comprensione autentiche di ciò che in noi non muore mai. Questa esperienza avviene attraverso la meditazione, l'amore e una vita realizzata e consapevole.

                                                       


Allora la vita e la morte sono un mistero in cui possiamo vivere e morire consapevolmente e con gratitudine. Questo mistero ci indica il percorso dalla paura all'amore, dalla mortalità del corpo all'immortalità della coscienza. Con l'aiuto di specifici esercizi e sfidando i nostri inconsci fraintendimenti sulla vita e sulla morte possiamo provare com'è il lasciarsi andare nella morte, la liberazione che ne deriva e il nuovo inizio che ne segue. Allora possiamo vivere nella dimensione del coraggio e dell'assenza di paura, in un profondo amore per l'esistenza, coscienti dell'impermanenza di tutte le cose e del costante cambiamento intrinseco al tutto.

Questo gruppo, che è anche la prima delle due parti del training, è un incontro approfondito in prima persona col fenomeno della morte e del morire. Una preparazione per una morte, quando accadrà, cosciente e bella

Sperimenteremo una serie di processi che ci permetteranno di usare le "piccole morti", che continuamente incontriamo nella vita, per guarire le nostre ferite: malattie, invecchiamento, cambiamenti, lutti e perdite, crisi esistenziali.

Anche le esperienze positive di un amore adulto, della fiducia e dell'accettazione, dell'intimità o della meditazione profonda richiedono la volontà di attraversare il fuoco dell'abbandonarsi. E dell'abbandonare le nostre difese e le nostre paure: una piccola morte degli abituali sistemi di controllo per evitare l'ignoto. Questa piccola morte è la vera chiave per una vita realizzata in amore e consapevolezza..

Questo gruppo è anche un apprendistato per coloro che, con la loro professione, entrano in contatto con la morte e il morire, o per coloro che sentono di volere lavorare a contatto con i morenti o che vogliono prendersi cura degli amici e delle persone amate quando arriverà questo momento.

E' solo tramite l'incontro ravvicinato con l'ignoto che circonda la morte che possiamo imparare ad essere presenti, senza porre condizioni, quando una persona va verso la morte o prova una forte sofferenza fisica o psichica.

Possiamo essere realmente di aiuto solo se abbiamo sperimentato che la morte è solo un momento di transizione e che la nostra essenza è eterna. Allora possiamo essere presenti al momento della morte e avere una percezione della nostra stessa eternita.

La seconda e la terza parte sono aperte a chiunque abbia partecipato alla prima o ad un precedente gruppo con Veetman

                         

E' un'esperienza di profonda trasformazione accompagnare un morente, è una meditazione intensa e una preparazione per la nostra morte. E tuttavia ancora più importante è il fatto che ci ricorda di vivere pienamente, con autenticità, senza paura, nella libertà interiore della nostra natura essenziale.

_______________

Il lavoro con l' ASTROLOGIA DELL'ESSENZA dà un aiuto a livello individuale nel processo verso la trasformazione. Aiuta a portare a livello di coscienza quegli schemi di comportamento e quelle strutture egoiche che ci impediscono di evolvere. Rivela il nostro potenziale. Ci indica quali sono gli insegnamenti, le intuizioni significative, le sfide che incontriamo sul cammino e come includerle, in sintonia con la nostra evoluzione individuale. Capire il viaggio della nostra anima porta nella nostra vita una determinazione appassionata.


Il training guarderá ai vari aspetti dell´essere con la morte e col morire, e alla possibile guarigione in situazioni di dolore, perdita, envecchiamento e cambiamento.

- esperienza personale del mistero della morte e del morire  

- esplorazione del nostro essere essenziale: chi muore?  

- amore e compassione: il cuore della guarigione  

- lavorare con le paura del dolore, della solitudine, della perdita e   dello sconosciuto  

- trasformare la sofferenza attraverso la compassione  

- guarire attraverso l´amore e il perdono 

- l´arte di lasciar andare: abbandonare desideri e attaccamenti

 

 

- disidentificazione dal corpo e dalla personalitá  

- comprendere e sperimentare gli stadi del morire
  e portare  guarigione  

- lo Hara: porta verso la morte e la vita  

- affrontare la morte - completare la propria vita

- rilassamento profondo e meditazione come preparazione
a una   morte consapevole

- lavorare con dolore, la perdita e la separazione

- respiro: ponte tra il corpo e l´anima

- accetazione: porta verso la trasformazione

- dalla solitudine all´essere uno con tutto

- vivere e morire con vulnerabilitá e forza

- la fondamentale guarigione: della separazione all´unita

- la spada dell´amore e della morte

- riconoscere e sviluppare la nostra essenza umana

- vivere con l´impermanenza, il cambiamento e l´insicurezza

- la meditazioni di Osho per una vita e una morte consapevoli,
per la  disidentificazione,
per l´essere con dolore fisico e psicologico,
per la guarigione e il ricordo di sé.

- sviluppare una presenza incondizionata davanti al morire,
alla paura e alla sofferenza

- celebrare la morte.

 

Institute per Vivere e Morire
Veetman and Sukhi Masshoefer
Hauptstr. 23 b,   D-37124 Rosdorf,   Germany

Tel. +49-5509- 942908       Fax +49-5509- 942901
    


Email